Presidency_LogoViene inaugurato in questi il giorni il semestre di presidenza del consiglio europeo da parte della Lettonia. L’italia cede dunque il posto alla Lettonia, cui seguirà il Lussemburgo.

Come di consuetudine il semestre viene inaugurato con la trasferta della Commissione Europea nello stato di presidenza, e proprio in questi giorni Junker e tutta la nuova commissione sono in visita a Riga.

Il logo del semestre lettone rappresenta la pietra mola usata per affilare, simbolo di produttività e di energia.

Le priorità della presidenza lettone intendono promuovere un’Europa competitiva, digitale e  presente sulla scena mondiale.

Infatti, la Lettonia intende stimolare l’attuazione di riforme strutturali e misure in grado di stimolare la crescita e lo sviluppo di prodotti  e servizi nuovi e competitivi. Inoltre, ci si propone di migliorare lo sfruttamento delle potenzialità delle tecnologie dell’informazione, anche prestando maggiore attenzione alla protezione dei dati e avviando le discussioni per un mercato unico digitale europeo. Infine, la Lettonia mira a aumentare il peso dell’UE come attore a livello globale, affrontando in modo più incisivo questioni di carattere extra europeo, portando a compimento i trattati di accordi commerciali internazionali con USA, Canada e Giappone, adottando una vera strategia comune per  quanto riguarda l’Asia Centrale riguardo sicurezza, gestione delle frontiere e approvvigionamento energetico. Quest’ultimo obiettivo è particolarmente importante per lo stato Baltico alle prese con un vicino piuttosto ingombrante e difficile da gestire come la Russia.

La Lettonia, membro dell’ex Urss, fa parte delle repubbliche baltiche insieme a Lituania e Estonia, ha una popolazione di circa 2 milioni di abitanti ed è entrata a far parte dell’UE nel 2004. Dal 1 gennaio 2014 ha inoltre sostituito la moneta locale, il lats, con la moneta unica, l’euro.

Che dire, allora buon lavoro Lettonia!