turismo blog

Con l’inizio del periodo estivo si propone il solito dilemma: quale destinazione scegliere per questa estate? E se, invece delle mete esotiche e d’oltreoceano, quest’anno ci si dedicasse alla scoperta della nostra bella Europa?

L’Europa è la prima destinazione turistica nel mondo, con la più alta densità e diversità di attrazioni: il turismo è un settore chiave dell’economia europea, che genera oltre il 10% del PIL,  impiegando 9,7 milioni di cittadini e 1,8 milioni di imprese.  Nonostante queste cifre record, solo dall’entrata in vigore del Trattato di Lisbona del 1° dicembre 2009, è stata attribuita all’Unione Europea una competenza specifica in materia di turismo, con un’attenzione particolare volta ad accrescere la visibilità dell’Europa quale destinazione turistica e a promuovere la competitività di questo settore, unitamente ad un modello di turismo sostenibile e socialmente responsabile.

Tra i nuovi strumenti approntati per il rafforzamento dell’immagine e della visibilità dell’Europa, vi è l’iniziativa del portale europeo del turismo (www.visiteurope.com): un unico  spazio web che cerca di fare sintesi tra le molteplici offerte territoriali, dove è raccolta una panoramica il più possibile completa sull’offerta turistica dell’Europa in generale, e dei suoi diversi Stati Membri in particolare.

Il portale rappresenta uno dei primi risultati dell’impegno che l’Europa sta portando avanti per dare avvio alla promozione di una politica integrata per il turismo: iniziative come EDEN, CALYPSO o Tourim for Seniors (bando attualmente aperto) rappresentano un positivo  – per quanto contenuto – punto di partenza. Ci auguriamo tuttavia che questo sia solo un “assaggio” di programmi ben più ampi e strutturati, che potranno svilupparsi in coerenza con la nuova programmazione 2014/2020 e concorrere al raggiungimento degli obiettivi fissati da Europa 2020.

Se ad oggi consideriamo il fatto che non esiste ancora una Direzione Generale Europea dedicata al turismo, ma che questo settore è incastonato nella DG Imprese e Industria, ci rendiamo però conto di quanto lavoro ci sia ancora da portare avanti.

E per l’Italia? Il portale europeo rinvia al sito ufficiale del turismo www.italia.it: una raccolta di suggestioni, informazioni, eventi, itinerari e opportunità da far scattare immediatamente la voglia di fare i bagagli e prendere il primo volo per una qualsiasi delle molte mete proposte.

Ma se il turismo può essere un fattore di traino così determinante per la nostra economia (oltre che per quella europea in generale), perché solo da quest’anno esiste un Piano strategico per lo sviluppo del turismo in Italia? Entro l’orizzonte temporale del 2020 il Piano fissa principalmente 3 obiettivi: ridare leadership all’Italia nel settore turistico, creare nuovi posti di lavoro e offrire un’opportunità irripetibile al Sud Italia per agganciarsi alla crescita del Paese. Speriamo che non occorra attendere il 2020 perché i risultati di questo Piano si facciano sentire a livello nazionale….

Nell’attesa … buona estate a tutti!