toxic tourViene presentato come il viaggio ideale per tutto coloro che amano il gusto dell’avventura, il tour per eccellenza se si cercano emozioni forti e nuovi orizzonti. Questo il video promozionale di Toxic Tour, che vede la partecipazione di testimonial di eccezione, attori e protagonisti dello star system. In realtà questa nuova proposta “estrema”, altro non è che una brillante provocazione escogitata da Greenpeace Messico, per affrontare l’enorme problema legato all’inquinamento dei principali fiumi del paese, presentandoli come nuove destinazioni turistiche alternative: le proposte spaziano da uno snorkeling nelle acque contaminate dal petrolio del fiume Coatzalcoalcos, o un  avventuroso viaggio tra i fiumi Santiago e San Pedro, dove si può scoprire l’emozione di una tavola da surf che si cimenta tra onde di sostanze chimiche.

http://vimeo.com/64998621

Il filmato, peraltro premiato anche a Cannes lo scorso giugno, presenta in chiave ironica un tema di estrema attualità, con l’intento di sensibilizzare nei confronti di una gestione del territorio che non può esimersi dal fare i conti con la sostenibilità del modello di sviluppo adottato: perché promuovere le più rinomate destinazioni turistiche internazionali e non fare lo stesso con i punti più inquinati di questi stessi paesi? Un modo per “obbligare” a fare i conti con tutto ciò che il concetto di crescita e di sviluppo implica, quando non si tiene in considerazione al dimensione ambientale e della sostenibilità.

Purtroppo i paesi che vantano numerosi punti di interesse turistico e, allo stesso tempo, sono sede di siti naturali inquinati e contaminati, si trovano ovunque (il Messico in questo caso è solo un esempio): se il turismo ( e quindi in ultima analisi un diverso tipo di sfruttamento del territorio) può essere un elemento per concorre alla difesa del patrimonio ambientale,  che ben venga purchè di cominci a ragionare in forma integrata per la definizione di politiche di sviluppo sostenibile a 360°.

La nuova programmazione Europea 2014/2020, per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità sanciti da Europa 2020, pone lo sviluppo sostenibile al centro di ogni politica di rilancio dell’economia internazionale: ci auguriamo che questi indirizzi trovino al più presto concreta attuazione, e che provocazioni come quella di Toxic Tour siano destinate ad avere vita breve.