turismo 4Le Alpi, le Chiese e i santuari, i Musei, le ricche e varie cucine regionali, 47 siti inclusi nella lista dei patrimoni dell’umanità.
Eppure il turismo e il suo indotto contribuiscono al Pil italiano per l’8,6% cioè meno di quanto pesi il comparto in Paesi industriali come la Francia (9,3%) o gli Usa (8,7%).
Solo 5 italiani su 100 scelgono una vacanza sulle Alpi: il turismo dello sci nelle Alpi genera un mercato da circa 16 miliardi di euro, di cui l’Italia cattura solo il 5%.
Non basta quindi che le Dolomiti siano italiane, e non è sufficente che il 27% della catena alpina (contro il 29 dell’Austria, il 21 della Francia, il 13 della Svizzera) venga disegnata sulle nostre carte geografiche. Occorre un forte Piano strategico e perchè no, in tempo di programmi politici e di elezioni, un’Agenda che includa tra le priorità per lo sviluppo del Paese lo sviluppo e la buona gestione del potenziale del turismo in Italia.